randstad logo

DIRIGENTE RISORSE UMANE (MANAGER HR) - AGEC

termine
tipo di contratto
Tempo Indeterminato

dettagli offerta

termine
luogo di lavoro
Verona
tipo di contratto
Tempo Indeterminato
riferimento
RAND137
scarica i documenti

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L’ASSUNZIONE, CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO, DI UN DIRIGENTE RISORSE UMANE (MANAGER HR) - NELL’ORGANICO AZIENDALE – SEL 01/2021
IL DIRETTORE GENERALE DI AGEC 
- Visto il CCNL Dirigenti Confservizi – Federmanager;
- Visto lo Statuto di AGEC ed in particolare l’art. 8 comma 2 lett. q;
- Visto il Modello Organizzativo 231 AGEC;
- Visto il Regolamento Aziendale sulle modalità di assunzione del personale;
- Vista la delibera del CDA n° /2021;
- Vista la determina DG n° 13/2021;
RENDE NOTO
che AGEC ricerca candidati, di entrambi i sessi, allo scopo di procedere alla selezione pubblica - per titoli ed esami - finalizzata all’assunzione, a tempo indeterminato, con contratto CCNL Dirigenti Confservizi - Federmanager di un dirigente da incaricare quale Dirigente Risorse Umane (Manager HR) di AGEC, come di seguito specificato.
1) OGGETTO
La selezione verrà svolta da una Commissione di Selezione, nominata ai sensi del Regolamento sulle modalità di assunzione del personale (approvato dal C.d.A. con Del. n° 68 in seduta del 9/6/1997 e successivamente modificato con delibere n° 18 del 03/02/2004, modificato con delibera n. 148 del 22/12/2010).
La Commissione di Selezione formerà una graduatoria finale degli idonei dalla quale verrà assunta, n°1 risorsa a tempo indeterminato, con contratto CCNL Dirigenti Confservizi - Federmanager seguendo l’ordine di merito. L’assunzione è subordinata alla successiva verifica dell’effettivo possesso dei requisiti. 
Il Direttore Generale giusta determina n13/2021ha incaricato la società Randstad Italia S.p.A. - Via R. Lepetit, 8/10 - 20124 Milano, di effettuare l'istruttoria e la preselezione secondo le modalità di seguito indicate.
2) CONTESTO AZIENDALE E DESCRIZIONE DEL RUOLO
La costituzione di AGEC risale al 1910 quando, a seguito della proposta del Consiglio Comunale di costituire un’azienda speciale municipalizzata per la costruzione dei primi quartieri di case popolari fu indetto un referendum popolare a cui la cittadinanza rispose con netto favore.
In seguito, entrarono a far parte del capitale dell’Azienda altri 96 alloggi costruiti dallo Stato per i senzatetto e ancora più tardi l’amministrazione comunale decise di affidarle la gestione degli stabili di proprietà del Comune concessi a ditte private.
Con la delibera del 26 agosto 1930 l’Azienda comunale delle case popolari assunse così il nome di Azienda Gestione Edifici Comunali, il cui acronimo AGEC la identifica tutt’oggi.
Negli anni il Comune di Verona ha progressivamente scelto di estendere i servizi affidati ad AGEC che oggi si occupa di:
  • amministrare, gestire, mantenere, costruire e ristrutturare gli immobili di proprietà del Comune di Verona assegnati o concessi a terzi;
  • gestire gli interventi programmatori e attuativi di competenza comunale nel settore dell’edilizia abitativa e usi diversi;
  • assolvere tutti i compiti attribuiti agli organi dell’amministrazione comunale in merito all’edilizia pubblica e all’alienazione del patrimonio immobiliare comunale, inclusa l’individuazione e la realizzazione degli interventi da finanziare con i reinvestimenti dei proventi di tali alienazioni;
  • realizzare gli adempimenti amministrativi inerenti all’amministrazione degli immobili soggetti al regolamento approvato con delibera della Giunta Comunale 244 del 26/01/1988;
  • gestire i servizi cimiteriali, in particolare gli adempimenti di cui al DPR nr. 285 del 10/09/1990, i trasporti e le onoranze funebri e l’edilizia cimiteriale;
  • gestire il servizio farmaceutico comunale;
  • gestire i servizi di ristorazione, inclusa l’attività di produzione e somministrazione dei pasti in ambienti pubblici e scolastici e in altri contesti.
Per una maggiore descrizione dell'organizzazione e delle attività svolte da AGEC si invitano i candidati a visitare il sito istituzionale all'indirizzo www.agec.it
Il Dirigente Risorse Umane (Manager HR), riportando direttamente al Direttore Generale, deve sovrintendere a tutta l’attività di gestione delle risorse umane di AGEC, coordinando, organizzando, gestendo e motivando i responsabili dei diversi uffici a diretto riporto, nonché il relativo personale aziendale.  
Sulla base di direttive generali e con la preparazione professionale richiesta, predispone programmi operativi per il conseguimento degli obiettivi aziendali, nonché i relativi piani di lavoro, individuando e sviluppando, ove necessario, sistemi e metodologie innovativi.  
Il Dirigente Risorse Umane, inoltre, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: 
  • programma il fabbisogno di personale di cui necessita l’Azienda, considerando i prevedibili flussi del personale in ingresso, la mobilità interna e il personale in uscita;
  • definisce la quantità e qualità delle risorse umane da acquisire in base al fabbisogno delle diverse aree organizzative e del budget a disposizione;  
  • elabora i profili del personale da assumere e precisando i requisiti da ricercare;  
  • definisce i criteri di ricerca e selezione del personale supportando i responsabili delle unità organizzative, nelle quali sono previste nuove assunzioni;  
  • gestisce le relazioni sindacali e relative problematiche, negoziando e pervenendo alla sottoscrizione degli accordi con i rappresentanti dei lavoratori ed elabora e sviluppa, quindi, i piani di inserimento e di accoglienza del personale;
  • mette a punto e realizza interventi di valutazione delle posizioni, delle prestazioni e del potenziale;
  • individua le esigenze di formazione e di addestramento, attuali e future, delle risorse acquisite e di quelle già occupate, nonché progetta e sviluppa i relativi interventi; 
  • definisce le politiche retributive;  
  • definisce e sviluppa le iniziative collegate ai temi della salute e della sicurezza;  
  • in accordo con la Direzione e in linea con il budget assegnato, definirà ed implementerà le politiche relative ai piani di sviluppo delle carriere e le politiche retributive;
  • effettua il controllo dell’attività di amministrazione del personale e gestisce gli aspetti contrattuali della prestazione lavorativa nonché le relazioni industriali, tra cui la stipulazione degli accordi con le controparti sindacali, in merito alle retribuzioni e più in generale ai diritti e doveri del lavoratore;
  • si relaziona con le differenti funzioni aziendali (produzione, amministrazione, finanza e direzione generale) e gestisce i rapporti con i consulenti esterni in base alla necessità del momento (legale, previdenziale, formazione, ricerca del personale, politiche retributive, outplacement);
  • supporta gli audit degli organi di controllo dell’azienda e di eventuali enti esterni fornendo tutto quanto richiesto in stretta collaborazione con la direzione;
  • adempie a tutte, nessuna esclusa, le incombenze, gli obblighi e gli adempimenti, sia sostanziali sia formali, imposti nelle materie predette dalle leggi, dalle circolari e dai competenti uffici o istituti alla società, ai suoi legali rappresentanti, e/o ai suoi dirigenti e/o ai suoi preposti e fare comunque quanto utile ed opportuno per l'espletamento dei compiti assegnati;
  • coordina il settore Contenzioso del Lavoro e Disciplina determinandone il relativo fondo rischi;
  • gestisce il budget complessivo del costo del lavoro;
  • supporta ed implementa nei propri uffici processi di riorganizzazione e complessi processi di integrazione fra le pluralità di sistemi software gestionali.
Il candidato ideale è una persona dalla mentalità aperta, amante della psicologia umana, delle persone e della vita. Ha straordinarie capacità comunicative e relazionali, ottime capacità empatiche. 
Dispone: 
  • di buone capacità gestionali; 
  • di eccellenti capacità di problem solving; 
  • di buone doti di pianificazione e organizzazione del lavoro; 
  • di una propensione alla leadership con spiccate capacità a creare un buon team di lavoro sapendo infondere adeguate spinte motivazionali; 
  • di competenza nelle modalità di ricerca e selezione del personale.
3) REQUISITI GENERALI DI AMMISSIONE
Il Candidato dovrà dichiarare di essere in possesso dei seguenti requisiti generali di ammissione: 
  • Avere la cittadinanza italiana salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, ovvero di un Paese dell'Unione Europea. Sono richiamate le disposizioni di cui all'art. 11 del D.P.R. 761/1979 e all’art. 2, 1° comma punto 1) del D.P.R. n. 487/1994;
  • Pieno godimento dei diritti politici;
  • Essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • Non essere stato interdetto dai pubblici uffici, nonché destituito o dispensato ovvero licenziato dall'impiego c/o una Pubblica Amministrazione (con esclusione dell'ipotesi di cessazione del rapporto di lavoro per giustificato motivo oggettivo e/o spoils system), ovvero non essere stato dichiarato decaduto da un impiego a seguito dell'accertamento che l'impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità;
  • Essere a piena conoscenza e accettare i contenuti e le condizioni previste dal presente Avviso di selezione;
  • Non essere in una situazione di conflitto di interesse, anche potenziale, con AGEC ;
  • Non avere un grado di parentela e/o di affinità di primo grado con soggetti che all'interno dell’Azienda ricoprono la responsabilità di amministratore o funzioni di dirigenti e di quadro;
  • Non avere riportato condanne penali passate in giudicato che incidono sulla moralità
  • professionale, non essere sottoposto a misure cautelari personali, non essere in stato di interdizione e/o inabilitazione, non essere sottoposto a procedimento di amministrazione di sostegno, non essere oggetto e/o non avere in corso provvedimenti di prevenzione. Il candidato dovrà indicare le eventuali condanne penali riportate e passate in giudicato al fine di consentire alla commissione di valutarne l'incidenza ai fini della sussistenza o meno della causa ostativa;
  • Non trovarsi in situazioni ostative alla partecipazione alla presente selezione e/o impeditive all'assunzione dell'incarico in osservanza del decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39 (“Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell'articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n. 190”);
  • Essere a conoscenza ed accettare il Piano Triennale di prevenzione della Corruzione, il modello ex D.lgs. 231 ed il Codice Etico di AGEC AGEC ;
  • Non essere collocato in quiescenza così come stabilito dall'articolo 5, comma 9, del Decreto- legge n. 95 del 2012, come modificato dall'articolo 6 del DecretoLegge 24 giugno 2014, n. 90;
I suddetti “requisiti generali di ammissione” devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente avviso per la presentazione delle domande di partecipazione.
L’accertamento della mancanza anche di uno solo dei requisiti prescritti per l’ammissione come necessari comporta l’esclusione dalla selezione stessa ed in qualunque tempo la risoluzione del rapporto di impiego eventualmente costituito.
4) REQUISITI PROFESSIONALI E DI FORMAZIONE MINIMI DI AMMISSIONE
Oltre ai requisiti generali di ammissione di cui al punto che precede (3), sono richiesti i seguenti requisiti professionali e di formazione minimi di ammissione:
  • Diploma di laurea (DL) di durata non inferiore ai quattro anni conseguito secondo gli ordinamenti didattici previgenti al D.M. n. 509/1999, ovvero laurea specialistica (LS) di durata quinquennale (laurea magistrale LM) ai sensi dell’art. 3 comma 1, lett. b) del D.M. 22.01.2004 n. 270 e s.m.i.) in materie umanistiche, giuridiche o economiche. Per i cittadini di Stati membri dell’Unione Europea sono richiesti i seguenti requisiti: se il titolo non è stato conseguito in Italia si applicano le disposizioni stabilite dal D.lgs. 9 novembre 2017 n. 206 e s.m.i.. I titoli di studio conseguiti all'estero devono aver ottenuto equipollenza a corrispondenti titoli italiani; per i cittadini non italiani dovrà essere prodotta idonea documentazione con traduzione in italiano dei titoli posseduti e certificato di equipollenza di questi titoli;
  • Pregressa esperienza come responsabile risorse umane con incarichi direttivi per almeno 5 (cinque) anni e di cui almeno 3(tre) anni continuativi presso il medesimo datore di lavoro, in ambienti pubblici, privati o di società di servizi di medie/grandi dimensioni, svolta negli ultimi 10 (dieci) anni.
I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di cui al presente avviso.
Per quanto riguarda l'esperienza professionale acquisita, nel curriculum professionale da allegare alla domanda di partecipazione, dovranno essere elencati, in ordine cronologico, i servizi prestati con la loro durata, le funzioni ricoperte ed in integrazione potranno essere elencati i contratti di lavoro applicato ed i relativi inquadramenti.
L’accertamento della mancanza anche di uno solo dei requisiti prescritti per l’ammissione come necessari comporta l’esclusione dalla selezione stessa ed in qualunque tempo la risoluzione del rapporto di impiego eventualmente costituito.
5)  REQUISITI PREFERENZIALI
Sono oggetto di valutazione i seguenti titoli preferenziali e secondo i seguenti parametri:
a) Titolo di studio e formazione (max 4 punti):
- possesso di Master di II livello in Risorse Umane: 1 punto;
- possesso di MBA in Risorse Umane: 2 punti;
- voto di laurea tra 101 e 105 (compresi): 0,5 punti;
- voto di laurea superiore a 105: 1 punto
b) Esperienza professionale (max 9 punti): 
- esperienza come responsabile risorse umane con incarichi direttivi superiore a 5 (cinque) anni in ambienti pubblici, privati o di società di servizi di medie/grandi dimensioni, svolta negli ultimi 10 (dieci) anni:
0,5 punti per ogni anno di attività svolta e documentata oltre al quinto anno (fino a un massimo di 2 punti)
- esperienza pregressa come responsabile risorse umane con incarichi direttivi presso società multiservizi / multiutility di almeno due anni negli ultimi 5 anni:
3 punti 
- esperienza nella gestione di trattative sindacali svolte negli ultimi 5 anni:
3 punti
- esperienza diretta di applicazione e/o conoscenza del CCNL FF.LL:
0,5 punti
- esperienza diretta di applicazione e/o conoscenza del CCNL Gas-Acqua:
0,5 punti
Non sono oggetto di valutazione per titoli preferenziali le attività svolte in ambito di stage o di volontariato o con ogni altra forma di collaborazione non professionale.
Il punteggio massimo ottenibile dalla valutazione dei titoli è di 13 punti.
Il possesso dei predetti requisiti preferenziali dovrà essere comprovato in qualunque momento dal candidato mediante idonea documentazione, a seguito di richiesta dell’Agenzia di Selezione o di AGEC.
6)  DURATA DEL CONTRATTO E TRATTAMENTO ECONOMICO
Il Contratto applicato è il CCNL Dirigenti Confservizi – Federmanager. 
Il contratto sarà a tempo indeterminato.
In considerazione della categoria attribuita, delle mansioni affidate, del conseguente grado di autonomia e responsabilità, la retribuzione dovrà intendersi come onnicomprensiva di tutte le prestazioni effettuate a vantaggio di AGEC nell'ambito dell'espletamento degli incarichi.
Il trattamento economico-retributivo complessivo terrà conto della specifica qualificazione professionale del candidato prescelto e delle condizioni di mercato relative alla competenza professionale ricercata, che sarà definito dal Consiglio d’Amministrazione di AGEC come nelle previsioni statutarie.
Il trattamento economico-retributivo non è commisurato al tempo di lavoro, ma al tipo di funzioni e responsabilità connesse, sarà parametrato ad elementi fissi e variabili e sarà espressamente inclusivo di tutti gli elementi costitutivi della retribuzione, di qualsiasi corrispettivo per le deleghe, per le procure e per gli incarichi affidati. 
È previsto periodo di prova di sei mesi.
7) TERMINE E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE
La domanda di ammissione alla selezione avverrà esclusivamente online, tramite la PIATTAFORMA fornita da Randstad Italia S.p.A.
- compilando in maniera esaustiva tutti i campi previsti inerenti il possesso di tutti i requisiti previsti dai precedenti paragrafi 3 e 4, l’indicazione dell’indirizzo email ove ricevere tutte le comunicazioni inerenti la presente selezione, e allegando i documenti richiesti, sotto pena di non ammissione: 
- curriculum vitae aggiornato del candidato preferibilmente in formato europeo;
- copia fronte e retro di un valido documento d’identità;
copia o autocertificazione firmata del titolo di studio.
Non verranno esaminati materiali non richiesti.
L’inoltro delle candidature dovrà avvenire entro il termine perentorio del giorno 25 maggio 2021 alle ore 12:00 (faranno fede l’ora e la data della piattaforma online), pena l’esclusione dalla selezione.
Verranno escluse le domande trasmesse con mezzi diversi da quello sopra indicato e non accompagnate dagli allegati richiesti.
Verranno escluse le domande che, per qualsiasi motivo, compresi la forza maggiore ed il fatto di terzi, perverranno oltre il termine ultimo di presentazione sopra indicato.
La data di presentazione della candidatura è certificata dall’applicazione informatica che, allo scadere del termine utile per la presentazione, non consente più l’accesso e l’invio della domanda.
Le dichiarazioni formulate nella candidatura e negli allegati sono da ritenersi rilasciate ai sensi del D.P.R. 445/2000 e s.m.i. “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” dai candidati aventi titolo all’utilizzazione delle forme di semplificazione delle certificazioni amministrative consentite dal decreto citato.
Le domande incomplete, condizionate provenienti da candidati privi dei requisiti richiesti, verranno escluse. 
Il sistema rilascia una ricevuta di avvenuta iscrizione che il candidato riceve tramite email all’indirizzo indicato in fase di registrazione. 
Randstad Italia S.p.A, in accordo con AGEC, si riserva la facoltà di richiedere ai candidati eventuali chiarimenti sulla candidatura. 
Quesiti di ordine tecnico per la presentazione delle candidature sulla piattaforma possono essere presentati tramite mail scrivendo a selezione.pa@randstad.it specificando nell’oggetto la selezione.
8) CONTROLLI ED ISTRUTTORIA FORMALE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE
La fase istruttoria formale delle domande di partecipazione sarà curata dalla società Randstad Italia S.p.A. - Via R. Lepetit, 8/10 - 20124 Milano, specializzata nella selezione di personale.
L’esclusione verrà comunicata direttamente ai candidati dalla società Randstad Italia S.p.A.  esclusivamente tramite l’indirizzo e-mail indicato in fase di candidatura. 
9) PRESELEZIONE
La prova preselettiva sarà condotta dalla società Randstad Italia SpA., che gestirà il processo di preselezione valutando, tramite raccolta di documenti, autocertificazioni e curricula, i requisiti dei candidati.
La società Randstad Italia SpA provvederà a dare comunicazione dell’esito ai candidati tramite l’indirizzo e-mail indicato in fase di candidatura.
I primi 20 candidati (oltre gli ex aequo) che avranno ottenuto il punteggio più alto nella valutazione dei requisiti preferenziali (precedente punto 5) saranno convocati per un colloquio di approfondimento da parte della società Randstad Italia SpA.
Il colloquio è volto ad indagare hard skills, soft skills e motivazione. 
Considerato l’attuale stato di emergenza sanitaria da Covid-19 la società si riserva la possibilità di svolgere i colloqui in modalità telematica.
All’esito del colloquio Randstad Italia SpA presenterà una rosa dei migliori 6 candidati che sosterranno il colloquio finale presso AGEC, con la commissione di selezione appositamente costituita.
Si precisa che tutti i punteggi ottenuti dal candidato nella fase di preselezione non costituiranno graduatoria ai fini del colloquio da parte della Commissione.
10)  FASE DI SELEZIONE
I candidati che avranno superato la fase di preselezione verranno informati tramite un documento che sarà pubblicato nell'apposita sezione del sito della società AGEC nel rispetto della privacy.
Considerata la situazione sanitaria i colloqui finali potranno essere svolti in presenza o in modalità da remoto. Le modalità verranno individuate, a insindacabile giudizio da AGEC , sulla base delle disposizioni di carattere normativo e/o regolamentare che saranno emanate per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.
I candidati dovranno presentarsi muniti di carta d'identità o di altro documento di riconoscimento.
La mancata presentazione del candidato nell’ora e/o nel luogo stabiliti per il colloquio verrà, anche in questo caso, ritenuta come rinuncia a partecipare alla selezione, ad ogni effetto di legge.
11)  COLLOQUIO CON LA COMMISSIONE DI SELEZIONE
La Commissione di Selezione appositamente nominata da AGEC durante il colloquio accerterà il livello complessivo di preparazione e di maturazione di esperienze professionali del candidato, in modo da pervenire ad una valutazione che tenga conto di tutti gli elementi acquisibili durante la prova stessa. 
A titolo esemplificativo ma non esaustivo la commissione potrà accertare:
  • conoscenza del CCNL FF.LL. e CCNL Gas-Acqua;
  • orientamento al risultato e capacità di affrontare e risolvere problematiche particolari,
  • multidisciplinari;
  • capacità e competenze possedute rispetto a quelle richieste dal ruolo da ricoprire con particolare nella gestione delle trattative sindacali; 
  • gestione in tema di sviluppo di organizzazione del personale;
  • gestione di collaboratori interni ed esterni;
  • contenzioso del lavoro e disciplina;
  • gestione del budget e costo del lavoro;
  • implementazione e utilizzo di software gestionali;
  • gestione dei processi di selezione.
12) NORME GENERALI
  • L'intero iter di selezione sarà improntato al rispetto dei principi di pubblicità, imparzialità e pari opportunità, celerità, economicità e trasparenza.
  • AGEC si riserva il diritto di modificare o revocare il presente Avviso di selezione, nonché di prorogarne o di riaprirne i termini per la presentazione delle domande di partecipazione.
  • AGEC si riserva di non procedere all’assunzione del candidato qualora nessuno venga ritenuto idoneo.
  • AGEC si riserva altresì, per sopraggiunti motivi di interesse pubblico, di revocare l'intera procedura di selezione sino alla data di assunzione.
  • Il nome del candidato scelto per l’incarico e il correlativo curriculum saranno pubblicati sul sito internet di AGEC nella sezione “Amministrazione trasparente”.
  • In caso di mancata accettazione da parte del vincitore, come pure di cessazione dal servizio per decadenza o altra causa, AGEC potrà procedere in sostituzione alla nomina dei concorrenti dichiarati idonei che seguono il vincitore in graduatoria.
  • Il nominato dovrà presentare entro trenta giorni dalla comunicazione, a pena di decadenza, i documenti comprovanti il possesso dei requisiti prescritti per l’assunzione e gli originali o le copie autenticate dei titoli dichiarati nella domanda di ammissione.
  • Il vincitore a pena di decadenza dovrà prendere servizio nel termine di sessanta giorni dalla nomina, che sarà comunicata a seguito di verifica della regolarità di tutta la documentazione comprovante il possesso dei requisiti dichiarati e presentata e previo esito favorevole della visita medica di idoneità all’impiego. 
  • È fatta salva la facoltà di AGEC di concedere una proroga, su richiesta motivata, purché presentata prima della scadenza del termine suddetto.
13) INFORMATIVA RIGUARDANTE IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI, ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679
Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. “RGPD”), si informa che:
− Titolare del trattamento è AGEC, con sede legale in Verona, in Via E. Noris 1, 37121 Verona;
− i dati di contatto del Responsabile della Protezione dei Dati (RPD) sono i seguenti: Tel.
0458051311 - mail: rpd.privacy@agec.it - PEC: infoagec@pec.agec.it;
− i dati personali forniti dai partecipanti saranno trattati per finalità di gestione di tutte le fasi della procedura selettiva (accertamento dell’assenza di cause ostative, verifica della sussistenza dei requisiti prescritti, ecc.), di eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, di gestione e pubblicazione della graduatoria. Potendo il trattamento includere anche “categorie particolari” di dati personali, le basi giuridiche sono: art. 6, par. 1, lett. c) ed e) del RGPD; art. 9, par. 2, lett. b) e lett. g) del RGPD; art. 2-sexies, comma 2, lett. dd) del D.Lgs. n. 101/2018;
− la domanda di partecipazione e il curriculum dovranno contenere le sole informazioni
strettamente pertinenti e limitate a quanto necessario alle suddette finalità, anche tenuto conto delle particolari mansioni e/o delle specificità dei profili professionali richiesti; qualora siano presenti dati non pertinenti rispetto alle finalità perseguite, la Commissione di selezione si asterrà dall’utilizzare tali informazioni;
− la comunicazione dei dati personali richiesti nel presente Avviso di selezione è condizione
necessaria per la partecipazione alla selezione; la mancata comunicazione, anche parziale, dei dati può comportare la non ammissione alla procedura di selezione;
− possibili destinatari dei dati personali trattati sono i dipendenti autorizzati di AGEC , i componenti della Commissione di selezione, gli eventuali soggetti esterni incaricati (quali “responsabili” del trattamento) di esperire la preselezione (test a risposta multipla, ecc.), studi legali in caso di contenzioso. I dati non saranno comunque trasferiti in paesi extra UE;
− il periodo di conservazione dei dati è commisurato ai termini di impugnazione degli esiti della procedura di selezione e, in caso di contenzioso, per la durata del medesimo;
− i partecipanti hanno il diritto di chiedere al Titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati (artt. 15 e ss. del RGPD).
L’apposita istanza è presentata interpellando il Responsabile della Protezione dei Dati ai contatti di cui sopra;
− i partecipanti hanno inoltre il diritto di proporre reclamo al Garante per la Protezione dei Dati Personali, Piazza Monte Citorio 121, 00186 Roma, quale autorità di controllo nazionale (art. 77 del RGPD).

I candidati ambosessi (L.903/77) sono invitati a leggere l’informativa sulla privacy ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 sulla protezione dei dati (GDPR).
Se ho bisogno di un supporto tecnico chi posso contattare?
E' possibile scrivere all'indirizzo selezione.pa@randstad.it 
RANDSTAD ITALIA S.P.A.

Sede Legale: Via R. Lepetit n. 8/10 - 20124 Milano
Partita IVA n. 10538750968
Codice Fiscale n. 12730090151
Numero di iscrizione presso il Registro delle Imprese di Milano n. 12730090151
Repertorio Economico Amministrativo (REA) n. 1581244
Capitale Sociale Euro 27.110.320,00 i.v.
Direzione e Coordinamento Randstad Holding NV
Aut. Min. e iscr. Albo Agenzie per il Lavoro n° 1102-SG del 26/11/04